Dolci

The city that never sleep. – New York Cheesecake

La città che non dorme mai. La città dove tutti i tuoi sogni si avverano.

No, non è un diario di viaggio, né un resoconto di come sono state le mie vacanze.
Io lì, a New York non ci sono mai stata,però so tutto.
E’ come quando vuoi ardentemente qualcosa. Sai perfettamente quello che vorresti,com’è fatto,cosa troverai, ma non lo puoi avere. Semplice no?
A me succede con questa città. So dove si mangia bene,so dove andare e quali sono i luoghi da visitare. So i posti dove si mangiano i miglior hamburger e dove ci sono le migliori cheesecake.
Ma….
Non ci sono mai stata. E ogni anno, ad ogni avvicinarsi delle vacanze,ricasco sempre li. Mi dico ” quest’anno vedrai,arriverò”. E invece niente. Faccio programmi di viaggio,quelli dove si spende di più e quelli dove si risparmia.
E’ così probitiva NYC?  forse sì,forse no.
Ma se non ci posso ancora andare,chi l’ha detto che con una fetta di un dolce io non possa ritrovarmi li?

Erano secoli che il rompitortini voleva assaggiare una cheesecake. E chi meglio della NYcheesecake può rappresentare lo spirito di questa torta?

La ricetta è presa da California Bakery, un’istituzione  per i dolci americani!

 

New York Cheesecake



Ingredienti per uno stampo da 22 cm

Per la base:
300 g di biscotti secchi (io li ho usati integrali)
80 g di burro
2 cucchiaini di sciroppo d’acero (miele nella ricetta originaria)
1 pizzico di cannella

Per la farcitura: 
500 g di mascarpone
200 g di ricotta
40 g di yogurt magro
150 ml di panna fresca
4 uova fresche leggermente battute
scorza di un limone non trattato
200 g di zucchero
1 cucchiaino raso di farina
per decorare : cacao amaro o frutta fresca

 Procedimento:

Tritate finemente i biscotti e unitevi lo sciroppo d’acero  o miele e il burro fuso. Lavorate con un cucchiaio di legno o con il mixer. Stendete il composto su di una teglia da 22 cm con cerniera apribile,prima sui bordi e poi sul fondo. Lasciate raffreddare in frigo per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la farcita: riunite in una ciotola tutti i latticini,unitevi lo zucchero e cominciate a mescolare energicamente. A questo punto aggiungete la scorza del limone e le uova leggermente sbattute. Per ultima unite la farina. Quando il composto sarà liscio e abbastanza liquido,versatelo nella teglia e infornate a 160° per 50 minuti. Gli ultimi 10′ ho lasciato lo sportello del forno semi-aperto,con l’aiuto di un cucchiaio di legno per far uscire il vapore.
Fate raffreddare il dolce per 3/4 ore a temperatura ambiente e poi, se possibile, una notte in frigorifero, in modo da averla bella compatta al momento della messa in tavola ( abbiate cura di tirarla fuori dal frigo un po’ prima di consumarla).

Nota:
La torta è pronta quando scuotendola delicatamente,il centro  è ancora un po’ tremolante. Non vi preoccupate,è normale. Raffreddandosi si compatterà. La potete lasciare in frigo per 2/3 giorni. Sempre che ci rimanga!! 🙂

 

 

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    m4ry
    10 ottobre 2014 at 14:58

    Sono i sogni a dare forma al mondo e a tenerci vivi…a New York ci andrai..occorre solo aspettare il momento giusto 🙂 La cheesecake mi fa una gola…rimane uno dei miei dolci preferiti..e questa ha un aspetto magnifico 🙂 Un bacione !

  • Reply
    Valentina
    10 ottobre 2014 at 21:27

    Amica <3 Anche io vorrei tanto andare a New York! Dai, vedrai che presto il sogno si avvererà! Ho questa cheesecake nella To do list da un bel po', deve essere ottima e a te è venuta perfetta! Stupenda! Un abbraccio forte e felice weekend, un bacio speciale alla tua nonnina <3

  • Reply
    Anna Rita
    11 ottobre 2014 at 0:07

    Sono una fan delle cheesecake…il mio obbiettivo è assaggiarne e farne quante in più verisoni possibili! 😀 New York è davvero la città che non dorme mai ed è la città dei sogni perché, se i vai anche non pretendendo che il tuo sogni si avveri, ti farà comunque sognare ad occhi aperti per la bellezza è maestosita di questa meravigliosa metropoli. Ti auguro di poterci andare un giorno…e neanche troppo lontano 🙂 questa ricetta è DOC e tra le mie preferite 🙂 un abbraccio,
    Anna

  • Leave a Reply